Tag

, , , , , , , , , , , , ,


Hosea Jaffe, “La Germania. Verso un nuovo disordine mondiale?”, Jaca Book 1994, p. 125
“Dopo la ‘rivoluzione’ ungherese del 1956 vidi molti gruppi di ‘rifugiati’ ungheresi che arrivavano a Cape Town in treno, nave o aereo, nel 1956 e 1957. Questi ‘combattenti della libertà’ furono accolti con un saluto ufficiale del governo nazionalista. Tutti i partiti e le chiese e l’intera stampa anglo-boera sostennero la ‘rivoluzione’ ungherese. Molti rifugiati si integrarono agevolmente nel regime dell’apartheid. Altri andarono nel Malawi (allora Nyassaland) ad aiutare gli inglesi a reprimere una rivolta africana contadina e operaia. La repressione avvenne nella massima brutalità, molti anni prima che il Malawi diventasse indipendente”.

CERCA IL LIBRO NEL CATALOGO INTERBIBLIOTECARIO

Annunci