Tag

, , , , , ,


FONDAZIONE SANTISSIMA ANNUNZIATA

Parlano le ospiti di una casa di riposo

AA.VV – Quanti sprechi si vedono fare dai nostri politici! Ora pensa hanno dato 150.000 euro per una pianta in estinzione, oppure non so quanti milioni per i braccialetti alla caviglia dei carcerati che alla fine poi ne son venuti solo tre o quattro; e lo stipendio mica se lo diminuiscono, ora lo rimandano a settembre e vedrai quando si sarà a settembre chissà a quando lo rimanderanno. Però a confronto dei politici, i banchieri hanno ancora più privilegi… Altro che ‘casta’, la vera casta sono loro! Inutile prendersela coi politici quando comandano le banche! Ora senti a me, quando tornai dall’ospedale poco tempo fa ero segnata invalida al 100%, ma dopo otto mesi che avevo fatto la domanda per il sussidio mi hanno risposto che non me lo potevano dare per mancanza di soldi, non lo capisco: finanziano le rane e a me nulla! Noi si stava sul fiume che ci s’aveva ottanta anatre, le ranocchie si mangiava quelli che erano poveretti, questi qua invece le pagano a peso d’oro le pagano! Mi ricordo quando andai a stare quassù al passo dopo la guerra, un mio vicino andò a stare per un po’ in una capanna nel bosco perché aveva litigato colla moglie, aveva il lume a carburo che stava acceso ore e ore, a un certo punto la sera sente un gran raspare  e che ti trova? Un rospo grande così come la borsa di una donna, quelli son pericolosi perché se li pesti poi ti fanno la pipì negli occhi, non si scherza mica! I ranocchi invece stanno nell’acqua. La mia nuora cucinava le chioccioline, quelle che prima si spurgano, sempre da poverelli si mangiavano queste cose che ora pagano manco fossero la barba di Nostro Signore. Allora voglio dire una cosa, a chi vanno tutti questi soldi? Alle banche, sempre alle banche. Le fondazioni, via. Voglio dire una cosa, un signore che conosco fa proprio il direttore, il banchiere che piglia 5000 euro al mese, allora quando s’è fatto un’operazione costosa (ma non proprio indispensabile) glie l’ha pagata tutta la banca glie l’ha pagata, a me invece non mi riconoscono la pensione d’invalidità, le sembra giusto? Lui che è il direttore se la fa gratis e io che sono poverette mi tocca pagarmi pure la carta igienica mi tocca pagare; mio figliolo aveva un amico lavorava in banca da cassiere e voleva una casa perché si doveva sposare, allora siccome il mio marito l’avevano chiamato a fare il portiere noi ci s’aveva una casa da affittare e glie la dettimo per cinque anni, ma poi successe che mio marito s’ammalò grave e la casa ci serviva indietro, mentre quello non se ne voleva andare: gli mandammo l’ufficiale giudiziario perché s’era in condizioni gravi, ma lui si rivolse alla banca gli dettero l’avvocato gratis e l’assistenza, noi riuscimmo a mandarlo via ma ci toccò di pagare il notaio per lo sfratto, tanti di quei milioni che non ci rifacemmo su nemmeno l’affitto pagato fino a quel momento, alla fine fu solo una perdita! La banca l’aiutò, capito? Mio babbo invece non direttore nemmeno lui, quando feci che studiavo mi dettero un conto speciale che non pagavo le operazioni allo sportello solo perché figlio di uno impiegato per quella banca; a lui dettero il mutuo per comperare la casa anche lì agevolato, insomma non solo più che hai soldi e più che te ne danno, ma se lavori per loro ti trattano diverso da tutti gli altri. Parlano tanto della casta dei poltiici ma per me la vera casta sono loro, i banchieri, che non lo vedi? Fanno il che gli pare, comandano su tutto.

LEGGI IL LIBRO

Scritto dalle autrici di questo articolo

Annunci