Tag

, , , , , , , , , , ,


FONDAZIONE SANTISSIMA ANNUNZIATA
Parlano le ospiti d una casa di riposo

AA.VV. – Fra Vicchio e Dicomano c’è il Forteto, una iniziativa che presero in quel posto tanti anni fa, cominciarono a vendere le verdure e da lì s’ingrandirono, ora fanno salumi, formaggio, divenne un grande commercio lì dentro finirono che lavoravano pure per la Coop se ho capito bene. Io ci sono stata vent’anni fa che era ancora indietro, oggi in televisione hanno trasmesso le mucche e ogni cosa: ci lavorano bambini handicappati e adulti, molti avevano problemi colla droga e insomma uno di loro è andato a raccontare che ci ha passato undici anni e gli davano noia, lo sfruttavano, lui dice che c’è tante denunce ma bisogna essere poi sicuri di questa cosa: quando sapevano che c’erano i controlli mettevano tutto a posto, non si riusciva mai prenderli sul fatto. Ora alla trasmissione di Barbara D’Urso si lamenta che nessuno dice niente, stanno zitti. Ma sarà poi vero? Molti scandali ci sono stati e si sono sentiti anche da noi, chissà se qualcuno dei nostri lettori ha sentito di più e ci spiegheranno un po’ meglio. A me una m’ha detto di stare zitta perché è tutta una cosa di mafia, io invece zitta non ci sto perché non siamo mica al tempo di Mussolini, oggi si può dire quello che pensi no? E io lo dico, se ero paesana io là ci vo in carrozzina al corteo! Però è anche vero che dobbiamo stare attenti e non parlare solo per sentito dire, mi ricordo una notizia come quella di San Patrignano che divennero importanti e venne su lo scandalo, allora c’è da dire che quei ragazzi eran tutti in società e naturalmente un capo decideva, ma poi alla fine sono guariti dal suo male, lo vogliamo dire questo? Sono guariti, da soli non ce la facevano e invece là dentro ci sono riusciti, non mi pare una cosa da poco. C’era anche un medico li assisteva e se qualcosa non andava bene li avrebbero mandati via da un bel pezzetto: ora dice che c’è anche il prete a sposarli, mettono su casa e famiglia è diventato proprio un paese. Io mi ricordo avevo sentito di uno scandalo ma non me lo ricordo bene, solo a sprazzi: dicevano che era una cosa molto grave, ma se ne dicono tante qua intorno di tutto e di tutti e un po’ sono intervenuti anche sul giornale, poi si smorzò ogni cosa. Che volessero ammortizzare la notizia? Ora bisogna dire che le cento denunce io non l’ho viste coi miei occhi e tra l’altro non ho visto nemmeno un ospite perché hanno ripreso il casone, le mucche, ma non gli ospiti. Quindi non c’è niente di concreto a parte che il direttore dovrebbe essere agli arresti domiciliari credo, questo mi pare d’averlo saputo. Però ci vuole il processo. A me colpisce che stanno tutti zitti nessuno sa e nessuno parla, ma come si fa a capire che è successo se non si dice nulla? Non vogliono portare a fondo le cose, erano stati anche fermati a volte però mi dispiace che alla fine non s’è capito com’era andata. Non abbiamo che dicerie, mentre si dovrebbe scoprire la verità altro che: magari sono per davvero innocenti, oppure c’è ancora più marcio che mai; per essere sicuri ci vogliono solo le indagini, il giudice, mettessero dei video, facessero visite all’improvviso altrimenti le chiacchiere sono aria fresca e non fanno farina.

Annunci