Tag

, , , , , , , , ,


FONDAZIONE SANTISSIMA ANNUNZIATA

Laboratorio di scrittura collettiva a cura di Federico Berti

AA.VV.Ho visto il treno dell’Alta Velocità che è andato a gambe all’aria, perché non si sa, son dietro a far le verifiche. E’ morta parecchia gente, ti fanno vedere alla televisione quando è uscito da una curva, quando ha fregato per terra, quando poi due vagoni gli sono saltati sopra. Dicono che faceva i 200 all’ora e c’era 80 di limite, tu vedrai! Mi pare fosse in Spagna non l’ho capito bene, fra una città e l’altra il nome ce l’ho sulla punta della lingua…. Anche un altro fatto vedo che è successo qui in Italia nell’Irpinia, vicino Avellino, sai dove ci fu quel terremoto? Un pullman è andato fuori strada. Dice che a un certo punto è scoppiata una gomma appena uscito da una galleria, però hanno trovato pezzi del veicolo quattro chilometri indietro, ma allora che c’entra la gomma? E’ caduto già dal viadotto, un volo di 60 metri! Gli si sarà rotto qualcosa, avranno controllato prima di partire che fosse tutto a posto, con tanta gente? Il mio figliolo lo prese per andare a Roma dal Papa, la mia opinine da guidatrice è che se una macchina non va tu lo senti subito, pensa che era partito da Pozzuoli, una settantina di chilometri neanche. Ho sentito che andavano da Padre Pio per un pellegrinaggio, però non mi pare che fossero molto protetti! Non erano dei deliqnuenti, sicché non si può neanche dire fosse una punizione celeste. Nel pullman 38 morti compreso l’autista due giorni dopo, sul treno non mi ricordo ma qualcuno in più. Ora devono rimettere insieme i corpi, tutti i pezzi che non scambino il braccio dell’uno colla testa dell’altro! Poi c’è da contare anche la fila della macchine dietro, che son tutte distrutte e c’è dei morti pure lì. Ma se ne sentono… E che dire poi di quell’aereo che è scomparso? Erano solo in quattro, l’avevano preso per andare in America ma non sono mai arrivati, c’è il mistero dei cellulari che suonavano e nessuno rispondeva; l’hanno ritrovato solo ora, due anni dopo, nel frattempo il babbo di una delle vittime è morto di crepacuore. Ora questi episodi ci fanno effetto, ma quanti sono ogni anno, ogni giorno, quelli che ammazzano qualcuno sbattendoci contro e poi scappano? Non conta più nemmeno andare sulle strisce, ti prendono contro lo stesso! Anche ieri dicevano di una coppia, sposini in viaggio di nozze, lei è morta investita da una macchina, erano italiani. Solo che in macchina succede tutti i giorni, ma fa meno effetto perché sono poche vittime per volta. Ma io non capisco hanno tutti furia, van forte incontro alla morte… Vogliono arrivare sempre primio, ma sempre primi non si può arrivare. Poi magari vanno a fare le commissioni e si dimenticano del figliolo in macchina, quando tornano è bell’e morto soffocato. Incidenti succedevano anche sul birroccio questo è vero, ma non come ora e comunque non venivano fuori sui giornali, la televisione non c’era nemmeno; il mio figliolo era fanatico di queste cose, prima la bicicletta, poi il motorino, poi la macchina, poi quella che aveva non andava più bene, se l’è voluta cambiare. Mia nuora invece ha preso la patente ma poi picchiò subito in un parcheggio e da allora non guida più che ha paura (però la patente continua a rinnovarla lo stesso). Gli incidenti stradali sembrano un bollettino di guerra, bisognerebbe aspettare che finisca agosto per fare il confronto. Poi oggi sanno tutto prima di partire, dovrebbe esserci meno problemi no? Comunque è evidente che usare i mezzi pubblici è sempre meno rischioso che andare coi mezzi propri, e come dice il proverbio: “Chi va piano, va sano e va lontano”. E’ come se io prendo questo bicchiere, bevo e poi bevo e poi ancora, mi viene più sete e vorrei bere sempre.

Annunci